L'I.C PERGINE 1 SI PRESENTA

 

A partire dal mese di settembre del 2000 la Provincia Autonoma di Trento ha stabilito un dimensionamento degli istituti scolastici per consentire un esercizio ottimale dell’autonomia.

Di conseguenza, nell’anno scolastico 2000/2001 è stato costituito l’Istituto Comprensivo PERGINE 1 grazie all’unione delle Scuole Elementari del 1° Circolo Didattico di Pergine e della Scuola Media “Ciro Andreatta” di Pergine Valsugana.

IC PERGINE1

L’istituto raccoglie un vasto bacino d’utenza con 1002 alunni provenienti dai Comuni di Pergine Valsugana, S. Orsola Terme, Palù del Fersina, Fierozzo, Frassilongo e Vignola Falesina.

E' articolato su sei plessi, di cui quattro dislocati sul territorio di Pergine Valsugana (la Scuola Primariala Scuola Secondaria di I Grado “C. Andreatta”, le Scuole Primarie di Canezza e Zivignago) “Don L. Milani”, e due in Val dei Mòcheni (la Scuola Primaria di S. Orsola Terme “ Il bucaneve” e la Scuola Primaria di Fierozzo).

La popolazione è inserita nella Comunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol, che conta un totale di 53652 abitanti, rappresentandone circa il 43,2 %. Considerando che l’utenza del comune di Pergine è divisa equamente con l’istituto comprensivo “Pergine 2”, il totale dei residenti appartenenti al territorio di riferimento si aggira sulle 12.000 unità.

Le scuole dell’istituto si trovano su un territorio che comprende la Val dei Mocheni ed in parte la Valsugana, nel tratto della piana alluvionale che va da Pergine a Serso. L’altitudine va dai 482 metri di Pergine ai 1360 m di Palù del Fersina.

 

La Valle dei Mocheni

La Val dei Mocheni (da “mochen” = fare) è una valle glaciale che porta i segni di successive escavazioni dei torrenti affluenti del Fersina.

Il corso d’acqua principale in questo suo primo tratto, vi scorre  fin dalla sorgente (lago di Erdemolo) tra le rocce di porfido quarzifero di Costalta, Rujoch e Sasso Rotto e quelle metamorfiche del Gronlait - Fravort. Sono quattro i comuni della valle: Fierozzo, Frassilongo, Palù e S. Orsola.

Il territorio fu interessato da una colonizzazione agricola medievale di popolazione di origine tedesca che vide la comunità protagonista delle vicende minerarie che dopo il mille  ed in particolare tra il XIV e il XVI secolo interessarono l’intero Tirolo.

Nei secoli la lingua si mantenne pressoché inalterata: oggi costituisce isola linguistica Germanofona, tutelata dalle norme di legge. Sebbene anche la germanizzazione della valle presenti caratteristiche diverse nel raggio di pochi chilometri, il risultato è una cultura marcata ed assolutamente originale

 

La struttura abitativa simbolo è il maso, fino ad alcuni decenni fa dall’economia quasi del tutto  autosufficiente e dalla tipologia architettonica fortemente caratteristica.

Nella seconda metà dell’Ottocento la valle fu interessata dal fenomeno dell’emigrazione dal carattere accentuatamente temporaneo. Oggi, ad un’economia di tipo agricolo (tipica la coltivazione dei piccoli frutti), si associa la vocazione turistica per le incantevoli bell

 

ezze di una natura ancora incontaminata in cui le attività umane si inseriscono con rispetto.

Il Perginese si trova nella zona comunemente indicata come “Alta Valsugana”.a nord la delimita il gruppo del già citato Gronlait – Fravort, con i caratteristici schisti del “cristallino della Valsugana”, della cima d’orno e della Panarotta.

Poco oltre la  cittadina si apre il lago di Caldonazzo che, con il vicino lago di Levico, dà origine al fiume principale, il Brenta.

pergine

I centri abitati sono solitamente collocati sulla sponda sinistra del fiume perché maggiormente esposta a sud; si può parlare, a ragione, di paesaggio valsuganotto.

 

Il Perginese

Il Perginese appare segnato dallo sfruttamento del territorio per gli insediamenti industriali degli ultimi decenni. Caratteristici della Valsugana, ed in particolare del centro di Pergine, sono la piccola industria e l’artigianato, un tempo soprattutto relativo alla lavorazione del ferro, del rame, del legno.

Toccata molto probabilmente da una diramazione dell’antica via Claudia Augusta, Pergine vide il maggior splendore in epoca feudale: il castello, che dal colle del Tegazzo la domina, è uno dei suoi simboli più conosciuti. Dal 1516 il “borgo” ebbe statuti propri. Nel tardo medioevo Pergine assunse un ruolo importante anche per l’ufficio delle miniere, che funzionò fino al 1816.

La via dei canopi ricorda ancora gli antichi fasti di quel periodo insieme così come l’altare dedicato a s. Barbara, nella chiesa arcipretale. Nell’Ottocento seguì il triste periodo dell’emigrazione trentina, a cui anche la cittadina diede il suo contributo, nonostante  il significativo ruolo giocato nell’occupazione locale dall’ospedale psichiatrico e dalla filanda.

Durante il secondo  conflitto mondiale la sua stazione ferroviaria fu danneggiata dai bombardamenti e successivamente ricostruita. Oggi Pergine Valsugana con i suoi circa 20.000 abitanti è il terzo comune del  trentino dopo Trento e  Rovereto .

Pergine possiede un centro storico interessante e pittoresco, con palazzi valorizzati da recenti interventi di restauro, notevoli attrazioni culturali ed artistiche, una biblioteca con l’archivio storico, locali in cui si svolgono manifestazioni di grande richiamo come “Pergine spettacolo aperto” ed un centinaio di associazioni attive nei settori più disparati: sport, volontariato, arte, formazione intellettuale di vario genere, musica, scoutismo, ecc .

pergine2

Sul territorio sono presenti: un istituto d’istruzione superiore, due scuole secondarie di primo grado e sette scuole primarie, di cui due nel centro e cinque in periferia, nonché una scuola musicale. E' stato recentemente costruito un centro intermodale, in cui i trasporti pubblici sono stati integrati.

L’ex filanda ospita oggi la sede della Comunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol. Uno dei palazzi più belli del centro, risalente al XVII secolo, è sede del municipio. Pergine rappresenta un centro importante per diverse tipologie di servizi: ha uffici ed ambulatori dell’azienda sanitaria locale e l’RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) S. Spirito-Fondazione Montel organizzata su due sedi.

Il territorio mantiene la vocazione imprenditoriale ed il settore agricolo nelle frazioni è interessato dalla coltivazione specialistica delle ciliegie e dei piccoli frutti.

La maggior percentuale  di occupazione è realizzata però nel terziario, soprattutto nel commercio. Negli ultimi anni ha conosciuto un incremento demografico notevole (vedi grafico sotto): molti dei residenti sono però pendolari e gravitano sulla vicina Trento per motivi di lavoro.

Sempre nell’ultimo periodo, Pergine risulta interessata da un intenso flusso migratorio da parte di cittadini stranieri; non sempre la convivenza risulta facile e l’Istituto Comprensivo Pergine 1 è impegnato quotidianamente nel far fronte a questa che rappresenta la nuova sfida del momento.

Uno dei compiti prioritari dell’istituto appare quello di favorire la multiculturalità in tutti i suoi aspetti: dalla tutela della minoranza linguistica mochena all’enorme sforzo dell’integrazione scolastica degli alunni definiti BES; dai bisogni educativi speciali alla prima alfabetizzazione degli stranieri dai sei anni ed oltre (la percentuale corrispondente, raddoppiata nel giro dell’ultimo triennio, si attesta sul 10,52 % della popolazione scolastica iscritta nelle scuole dell’Istituto, in linea con il dato provinciale e leggermente superiore alla media comprensoriale dello scorso anno, 9.3%), e alla collaborazione con gli enti territoriali, il tutto mantenendo invariati gli standard relativi ai lusinghieri risultati che hanno contraddistinto la tradizione dell’istituto a partire dalla sua nascita.

Comune Dati indicativi
Pergine Valsugana n. Abitanti* 20950
Altitudine 482 m s.l.m.
Superficie 54,4 Km2
Sant'Orsola Terme n. Abitanti* 1102
Altitudine 925 m s.l.m.
Superficie 15,4 Km2
Fierozzo-Vlarötz n. Abitanti* 487
Altitudine 1127 m s.l.m.
Superficie 17,9 Km2
Frassilongo-Garait n. Abitanti* 319
Altitudine 852 m s.l.m.
Superficie 16,7 Km2
Palù del Fersina-Palai en Bersntol n. Abitanti* 178
Altitudine 1360 m s.l.m.
Superficie 16,7 Km2
Vignola-Falesina n. Abitanti* 164
Altitudine 984 m s.l.m.
Superficie 11,9 Km2

 

Informazioni aggiuntive